Coltelli Rosa: Intervista a Fabiola Poggi

Fabiola Poggi

Coltelli Rosa è l’evento dedicato alle donne in cui abbiamo coinvolto anche alcune delle nostre ex studentesse per parlare delle loro esperienze in un mondo che sembra, a torto, prettamente maschile. Sono infatti sempre di più le donne che lavorano dietro al bancone della macelleria, e ognuna di loro può raccontarci un’esperienza diversa. Oggi abbiamo deciso di scambiare due chiacchiere Fabiola Poggi per farci raccontare il suo ruolo di donna in macelleria prima, durante e dopo il corso in Accademia Macelleria Italiana. Fabiola è infatti la perfetta dimostrazione di come si possa essere al tempo stesso madri e donne impegnate nella propria attività. Scopri cosa ci ha raccontato nella nostra intervista!

Cosa ti ha portato ad avvicinarti al mondo della carne? E come hai deciso di iscriverti ad Accademia Macelleria Italiana?

Posso iniziare col dire che sono figlia d’arte, però purtroppo mio padre non mi ha mai permesso di prendere in mano i coltelli. Mi teneva lontana forse un po’ per gelosia, forse un po’ per senso di protezione. Quindi ho deciso di rimboccarmi le maniche e sono venuta a conoscenza dell’esistenza di Accademia Macelleria Italiana. Senza il corso non avrei mai potuto imparare il mestiere, e soprattutto farlo in maniera così veloce, costante e metodica. Finito il percorso in Accademia mio padre ha iniziato a capire la mia voglia di fare, ed ha anche constatato la mia conoscenza e competenza. Dopo avermi dato i coltelli in mano mi ha consegnato anche le chiavi del negozio! 

Coltelli Rosa: Fabiola Poggi nella sua Macelleria

Come ti trovi a gestire il lavoro e la vita privata?

Partiamo dal presupposto che ogni lavoro toglie del tempo da dedicare alla famiglia. Ma in realtà, quando hai un’attività in proprio, è vero che da una parte tendi a lavorare di più, ma dall’altra riesci anche a gestire gli impegni. Basta pensare a quello che hanno fatto i miei con me. Riesci ad assentarti dal lavoro in alcuni momenti se necessario, o puoi portarti i figli con te. Quindi paradossalmente forse avviene proprio il contrario: chi ha il proprio negozio riesce più spesso e meglio a stare con i figli.

Cosa vuol dire per te essere parte dei “Coltelli Rosa”?

Per me è un grande onore essere dietro al bancone e suggerire ai miei clienti i tagli giusti per le loro esigenze e le giuste modalità di cottura. Diciamo che per fortuna il mestiere di macellaio si sta svecchiando, e si stanno avvicinando sempre più donne. Che poi, se vogliamo esser sinceri, spesso le donne riescono a capire meglio le necessità del cliente, a dare consigli, proprio perché spesso loro stesse cucinano a casa propria.

Quali sono state le tue impressioni sull’evento Coltelli Rosa?

Partecipare a Coltelli Rosa è stato interessante, proprio perché sono entrata in contatto con altre donne che hanno avuto esperienze così simili eppure diverse l’una dall’altra. Con un evento del genere ti rendi conto e diventi consapevole del fatto che questo settore è in piena evoluzione. Ci si guarda intorno ed è bello vedere e capire che non siamo da sole. Si vede proprio come sempre più giovani e soprattutto sempre più donne decidano di indossare il camice e prendere il coltello per iniziare a vincere questa nuova battaglia.

logo coltelli rosa

Che consiglio ti senti di dare ad una donna che vuole iniziare questo percorso?

Innanzitutto io consiglio proprio di iniziare. Non voglio dire qualcosa di scontato, nel senso che mi sento di spronare chiunque voglia intraprendere questo percorso. L’importante è seguire le proprie passioni perché poi il resto viene da sé. Il mondo della macelleria è ormai cambiato. L’immagine del vecchio macellaio un po’ scorbutico, col camice sporco e abbottonato male è ormai sbiadita e fa parte del passato. È il momento di mettersi in gioco perché ci sono facce nuove con nuove consapevolezze. E soprattutto, migliori competenze.

Come ci ha raccontato Fabiola Poggi si possono raggiungere i propri obiettivi soltanto se si decide finalmente di iniziare e mettersi in gioco. Ci sono mestieri che permettono di avere tante soddisfazioni senza rinunciare alla propria vita personale. Come Accademia Macelleria Italiana siamo al fianco di tutte le persone che vogliono imparare il mestiere del macellaio e continuare a formarsi e a migliorare. Se anche tu stai pensando di iniziare, dai un’occhiata ai nostri corsi

A presto,

Enrico Conti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Newsletter di AMI

Una Mail a settimana con tutte le novità ed i contenuti migliori sulla carne. É completamente gratuita, lascia la tua mail migliore per iscriverti!