Voglia di un Hot Dog per pranzo? Prendilo in Macelleria!

Hot Dog con salse

Voglia di un Hot Dog per pranzo? Prendilo in Macelleria!

L’hot dog è, insieme all’hamburger, uno dei classici dello street food americano. Può essere farcito con maionese e ketchup, o accompagnato dai crauti, venduto nei chioschi per strada…o fatto in casa. Spesso lo associamo al termine junk food, “cibo spazzatura”, ma fa davvero male mangiarlo? Andiamo a vedere insieme la storia, le curiosità e le caratteristiche nutrizionali di un piatto che piace a grandi e piccini! 

Come nasce l’hot dog?  

Per hot dog intendiamo un panino di forma allungata tagliato a metà e farcito con wurstel e salse. Per essere ancora più precisi, la ricetta americana non prevede un classico wurstel, ma un insaccato molto simile, più spesso e lungo, sempre a base di carne di maiale. Il tutto viene poi accompagnato da varie salse, non solo le classiche ketchup e maionese, ma anche mostarda, senape e salsa cheddar. 

Ci sono tanti aneddoti sull’origine del nome hot dog. Per esempio, una versione della storia racconta che un venditore di panini allo stadio, per attirare maggiormente l’attenzione e aumentare le sue vendite, affermasse di vendere panini con salsiccia di cane. La strategia sembrava aver successo, tanto da essere imitato dagli altri venditori che gridavano “hot dog!”. Un’altra versione narra invece che un disegnatore avesse realizzato una vignetta che raffigurava un bassotto dentro a un panino, perché anche il bassotto, come i wurstel, era tedesco. Infine, una terza versione dice che invece hot dog sia semplicemente il risultato della storpiatura di hot hog, cioè “maiale caldo”.

Hot dog con ketchup e maionese

Quali sono i valori nutrizionali dell’hot dog?

Dal punto di vista nutrizionale, l’hot dog non è forse tra i piatti più indicati per essere consumati di frequente. È infatti ricco di calorie, grassi saturi e colesterolo, mentre ha poche vitamine. La parte più critica spesso riguarda proprio i wurstel, soprattutto per gli ingredienti che possono contenere. Avevamo già affrontato questo tema quando parlavamo di carni ricomposte: spesso la qualità si abbassa e aumentano i conservanti (come il cloruro di sodio) e gli aromi artificiali. Questi elementi, se consumati in modo eccessivo, non contribuiscono certo alla salute del nostro corpo Per non parlare della necessità di cuocere con attenzione questi prodotti per evitare contaminazioni batteriche. 

Hot Dog in macelleria, il giusto equilibrio tra gusto e qualità

Dobbiamo quindi rinunciare al nostro hot dog? No, possiamo semplicemente consumarlo con alcune accortezze. E tra queste, la prima è scegliere un prodotto di qualità! Al posto di wurstel prodotti a livello industriale, e con liste degli ingredienti infinite, possiamo scegliere un’alternativa: comprarli dal nostro macellaio di fiducia. Parliamo in questo caso di prodotti realizzati con ingredienti controllati e di qualità. Se vogliamo veramente toglierci lo sfizio di un buon hot dog, infatti, è molto meglio scegliere una buona materia prima e non farsi tentare dalle offerte al risparmio delle grandi marche. 

Oltre a scegliere un wurstel di buona qualità, è sempre una buona idea variare l’alimentazione e limitare il consumo di cibi come gli hot dog a un paio di volte al mese. Insomma, mangiamo questo street food meno di frequente, ma scegliendo il meglio. E come sempre, alterniamolo ad altri alimenti e ad altri tipi di carne più leggeri. Un altro consiglio è quello di consumare hot dog o cibi simili a pranzo, evitando di appesantirsi troppo la sera. 

Gli ingredienti ci sono… pronti per la cottura?

Una volta comprato il tanto atteso hot dog dal nostro macellaio di fiducia, pensiamo a come prepararlo per gustarlo al meglio. Partiamo dalla griglia: deve essere già calda, per evitare che la carne diventi dura durante la cottura. Dobbiamo poi cuocere lentamente i wurstel e girarli di frequente, per cuocere bene ogni lato. Il pane, invece, va tostato lasciandolo sulla griglia per circa un minuto per lato. Dopo la tostatura lo possiamo farcire con il burro o l’olio aromatizzato. A questo punto, possiamo pensare alle salse e sperimentare con i sapori!

Insomma, per mangiare sano ed equilibrato non dobbiamo per forza rinunciare al gusto. Qualche sfizio ogni tanto, soprattutto se scegliamo ottimi ingredienti, non può far male. Quindi, la prossima volta che avete voglia di hot dog, potete rivolgervi al vostro macellaio di fiducia!

A presto,

Enrico Conti

WhatsApp chat