Carne di Pollo: come evitare gli sprechi e valorizzare ogni sua parte

piatto con carne di pollo

Carne di Pollo: come evitare gli sprechi e valorizzare ogni sua parte

Il pollo è la carne più consumata al mondo.

Fritta, arrosto, alla cacciatora o con mille altre creative ricette, è spesso il piatto preferito di adulti e bambini.

Tra le sue migliori caratteristiche la leggerezza, gli ottimi aspetti nutrizionali e il basso costo.

pollo arrosto su griglia

Ma vediamo meglio perché la carne di pollo è così versatile e come possiamo valorizzarne ogni parte evitando gli sprechi.

Carne di pollo: caratteristiche

La carne di pollo è -innanzitutto – una carne bianca. Ma cosa vuol dire?

Le carni bianche sono così definite perché appaiano di aspetto chiaro sia prima che dopo la cottura.

Nonostante il colore che potrebbe portare a pensare che questa carne è povera di ferro rispetto alla carne rossa, 100 grammi di pollo e tacchino contengono rispettivamente 1,5 e 2,5 grammi di ferro.

Aspetti Nutrizionali

Il pollo è una carne ad alto contenuto proteico, morbida, e a basso contenuto di grasso, soprattutto se si considera il petto.

Le quantità di grasso possono però variare in base al taglio del pollo: pensiamo alle cosce, più saporite e succose, che presentano una quantità maggiore di grassi.

In ogni caso, il pollo ha un apporto calorico eccellente, tendenzialmente si hanno 100/130 kcal per 100g.

Infine, la carne di pollo non contiene carboidrati.

Ecco come sfruttare ogni taglio della carne di pollo

I tagli possibili della carne di pollo sono molti, ed ognuno può essere protagonista di ricette particolari e gustose!

Saper così valorizzare ogni taglio ci permette di evitare gli sprechi e al contempo, di proporre ricette sempre nuove e interessanti.

Tagli classici

Partiamo dai tagli classici della carne di pollo, quelli più utilizzati e conosciuti da sempre:

  • Petto: taglio versatile ed utilizzato in svariate ricette, può essere gustato sia con la pelle che non. Nel primo caso mantiene maggior morbidezza. Una ricetta gustosissima per questo tipo di taglio è il petto impanato con i cornflakes! Se non l’hai ancora provato, corri a prepararlo.
petto di pollo con cornflakes
  • Ala: È una parte molto saporita, seppur povera di carne. Ma in ogni caso, la gustosità delle alette di pollo è unica ed infatti, è uno dei tagli più amati e consumati. Possono essere speziate e grigliate oppure utilizzata per il brodo. Puoi anche marinarle, speziarle e friggerle.
  • Coscia: Il taglio preferito dai bambini, e non solo! È la parte più carnosa e succulenta, grazie alla maggior quantità di grasso. Si può davvero gustare in mille modi: grigliata, lessa, in padella con patate, al forno, fredda e farcita! Se non le hai mai assaggiate, puoi provare le cosce di pollo alla birra fatte in padella.
  • Sovracoscia: Anche questo molto saporito, può essere preparato sia in umido che arrostito. Un buon modo per valorizzarlo è prepararlo con salvia e patate, al forno.

Ora che abbiamo visto come si possono valorizzare i tagli classici e abbiamo proposto una gustosa ricetta per ognuno, passiamo alla parte più interessante: come non sprecare nulla e valorizzare anche tagli particolari della carne di pollo.

Tagli particolari

Abbiamo ora parlato di petto, ala, coscia, sovracoscia… c’è altro?

La risposta è si!

Parte inusuali del pollo possono garantire eguale soddisfazione culinaria dei tagli tradizionali, basta saperli valorizzare al meglio.

Ecco quali sono:

  • Testa: Da sempre usata per il brodo, le applicazioni di oggi sono ancora più interessanti: hai mai sentito parlare del cervello fritto? Inoltre, è possibile preparare il ragù con cresta e bargigli.
  • Zampe: con le zampe come con la testa, si riesce a preparare un ottimo brodo di pollo, sano e leggero.
  • Collo: Il collo specie se abbastanza lungo, può essere spolpato per preparare gustose insalate di pollo oppure, può essere farcito e preparato caldo. Se non l’hai ancora assaggiato, prova questa ricetta: polpettone di pollo con il collo!
  • Cuore: Come tutti gli altri agli, prima della preparazione di un piatto va trattato adeguatamente: bisogna liberarsi dei coaguli o di eventuale grasso in eccesso. È una parte morbida e succosa che può arricchire di gusto ragù e spezzatini.
  • Fegato: Anche il fegato, essendo un viscere, è morbido e può essere usato per spezzatini e ragù. È da preferire il fegato dall’aspetto nocciola e rimuovere quelle parti con colorazioni nere o verdastre. Importante è anche la rimozione del fiele. Con fegato e cuore puoi provare questa gustosa ricetta: Fegatini e Cuori di pollo con cipolla. Oppure, un classico patè toscano che si usa per la preparazione della bruschetta nera.
  • Ventrigli di pollo: corrisponde allo stomaco dell’animale ed è necessario pulirno di pieghe naturalmente presenti. Dopo averlo fatto però, è possibile gustare un succoso piatto, come ad esempio, i ventrigli di pollo al limone.

Conclusioni

Il pollo è gustosissimo e più versatile di quanto siamo portati a pensare.

Se non hai mai provato una delle ricette dei tagli particolari della carne di pollo, fallo il prima possibile!

Ricordiamo infine che la carne di pollo, essendo un tipo di carne bianca, deve essere sempre ben cotta.

Consumare carne di pollo poco cotta potrebbe portare a conseguenze gravi in termine di salute.

Se l’articolo ti è stato utile e potrai stupire gli ospiti con piatti gustosi e particolari a base di pollo, visita il nostro blog per leggerne altri!

A presto,

Enrico Conti.


Se questo articolo ti è piaciuto…

CONDIVIDILO

cliccando sui bottoni social qua sotto!

WhatsApp chat