Mangiare carne nuoce alla salute?

Mangiare carne nuoce alla salute?

La nutrizione e la salute sono legate indissolubilmente dalla notte dei tempi e in questo preciso momento moltissime persone seguono regimi alimentari sempre più diversi e stravaganti rincorrendo uno stato salutare IDEALE E ASSOLUTO sempre più accanitamente. Ma nonostante sappiamo che gli assoluti non esistono sembra che l’alimentazione sia legata ora come mai a comportamenti estremi….

Non mi riferisco solo a vegani e vegetariani fruttariani e tutte quelle mode che imperano sul web.

Sapevi che negli Stati Uniti ai primissimi posti per le cause di divorzio per le coppie c’è l’Ortoressia? Ma che cosa significa questa parola?  E’ una parola strana ma che significa semplicemente un comportamento di una persona costantemente alla ricerca di un’alimentazione sana… ma che si spinge al punto di eliminare interi gruppi di cibi essenziali per una dieta equilibrata…Cosa che un dietologo non cosiglierebbe mai ad un paziente, a ameno che le analisi non ne mostrino chiaramente il bisogno…

Cioè ti rendi conto che le famiglie che si separano al giorno d’oggi negli stati uniti lo fanno principalmente a causa della dieta? A me sembrava incredibile, ma ho potuto constatare la veridicità! Lo afferma nientemeno che Marino Niola  professore presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli dove dirige il Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea.

Ma se alimentazione e salute rappresentano un binomio che viene considerato così importante, guardiamo da vicino cosa potrebbe succedere a chi intendesse accostarsi a certi regimi alimentari estremi fino a spingersi all’eliminazione della carne. In questo articolo sono andato a cercarmi informazioni scientifiche e te le riporto nella forma più semplice possibile, leggilo per favore, ti aiuterà sia che tu sia un professionista che un semplice appassionato!

 Dunque gli alimenti di origine animale, lo sappiamo, sono fonte preziosa di proteine facilmente digeribili e complete per la loro composizione. Contengono moltissimi minerali indispensabili come il ferro lo zinco e il calcio la vitamina E la vitamina B 12 disponibile in natura solo sotto forma di proteina animale.

E non solo contengono questi nutrienti ma li contengono nella forma più facilmente assimilabile per il corpo umano, mentre gli alimenti vegetali hanno la caratteristica di avere una biodisponibilità inferiore rispetto a quelli di origine animale. Non voglio star qui a farla tanto lunga e a suonare la fanfara nei confronti della carne …Ma resta una domanda:

da cosa deriva realmente questa gran polemica che da anni va avanti e che lega carne i salumi e le proteine animali al rischio di malattie cardiovascolari tumori eccetera?


La prima volta

La teoria della dieta mediterranea nasce negli anni 50 del secolo scorso quando un medico statunitense visitò alcuni paesi dell’Italia meridionale in particolare il Cilento e constatò che i contadini di quei tempi vivevano più a lungo rispetto ai suoi concittadini americani. I componenti principali dei loro piatti erano rappresentati tipicamente da: verdura, legumi, cereali integrali, frutta fresca e secca, una piccola e rara quantità di pesce, uova e formaggi, tutto condito con olio rigorosamente extravergine di oliva. La carne era considerata un lusso per pochi, tanto da essere consumata soltanto in occasioni speciali.

In un momento in cui negli Stati Uniti si iniziava ad eccedere in quantità di proteine disponibili già in quel periodo per tutti, tale studio fece scalpore, ma gli effetti collaterali, che spingevano al consumo di cereali e zuccheri furono ampiamente sottovalutati dagli americani…

La popolazione si sentiva autorizzata a consumare carboidrati in quantità, in ogni loro forma. E si sa quando gli americani esagerano…esagerano….

Intanto, però, le farine andavano raffinandosi sempre di più e aumentavano in maniera preoccupante gli zuccheri portati in tutta serenità nei piatti dei sostenitori della rinomata Dieta Mediterranea.

Per 20 anni siamo andati avanti così fino a che negli anni ’70 finalmente si prese in considerazione uno studio che addita i carboidrati semplici come uno dei fattori principali causa dell’incredibile aumento dell’obesità e del diabete di tipo 2 in Occidente negli ultimi decenni.

Oggi sappiamo che l’eccesso di carboidrati semplici e raffinati possa influenzare negativamente i livelli di trigliceridi e colesterolo.

Sicuramente siamo ancora sotto l’effetto di questa campagna diffamatoria basata su studi parziali e datati di cui trascuro i dettagli,ma che possono essere facilmente reperiti sul libro del carissimo Prof.Giuseppe Pulina “Carnipedìa” al quale mi sono apertamente ispirato per questo articolo.

Mi auguro che questo articolo un po’ più tecnico ti sia di aiuto per sfatare le fake sempre pronte (non pronte in questo caso da cuocere purtroppo).

Viva la buona Ciccia

Enrico Conti

Cito giustamente le mie fonti:
Prof Giuseppe Pulina “Carnipedìa” Francoangeli 2019
Prof. Marino Niola (presentazione del Vol. Carnipedia _Roma 2019)


Se questo articolo ti è piaciuto…

CONDIVIDILO

cliccando sui bottoni social qua sotto!

WhatsApp chat