Angela De Salvo…il Gusto (all’ennesima) Potenza

Angela De Salvo…il Gusto (all’ennesima) Potenza

Angela De Salvo

…e i Rasckatielli di Chiaromonte

Il Gusto (all’ennesima) Potenza

Nella terra da dove proviene lei, il vino è rigorosamente artigianale e lo si conserva nelle grotte scavate nella roccia e si mangia un piatto dal nome impronunciabile: Rasckatielli di mischiglio il cui impasto viene preparato con acqua e un miscuglio di farine.
Miscuglio proprio perché sono due le farine che vengono utilizzate, la farina di grano tenero varietà Carosella e la farina di fave.
L’impasto così preparato, da come dice il nome, viene “raschiato” cioè il cilindro ricavato, stendendo l’impasto, viene strisciato con le dita sulla spianatoia creando appunto il rasckatiello.
Questo piatto la cui origine risale al 1600 veniva definito come un piatto “di tutti i giorni”, che le donne, al ritorno dai campi, erano solite preparare a Chiaromonte in provincia di Potenza.

Angela i Raskatielli li consiglia al sugo di pomodoro e peperone fresco…
Laureata in giurisprudenza e famiglia… non ti aspetteresti di trovarla quotidianamente impegnata in macelleria.
Ma lei ha la tempra e il carattere mediterraneo deciso e rigoroso tipico di questa terra del cuore del sud.
“Lavoro qui perché è una vera e propria passione e per me è importante portare avanti il progetto di famiglia”

Cosa ti ha spinto a fare il corso Macellaio Gastronomico di Accademia Macelleria Italiana? ”Ho fatto diverse ricerche su internet prima di iscrivermi…Ho scoperto che in questo campo ci sono molte porcherie….E’ l’unico corso serio che c’è in Italia per i preparati senza additivi e senza conservanti dove si utilizza solo carne di prima qualità fresca e disossata al momento. Ho fatto il corso a gennaio 2017 e … io voglio dare qualità e garanzie ai miei clienti e le cose che ho visto altrove non le mangerei nemmeno io. Una mia collega che ha fatto uno di quei corsi basati sulla vendita di prodotti mi ha detto che sono cose belle da vedere … ma che lei non le assaggia nemmeno. Io ho una famiglia e quindi…

Mi sono subito resa conto che era una cosa seria dal modo in cui lavorano e ho cercato dal primo momento di portarlo nella mia azienda.

In un corso di una settimana mi chiedevo imparerò davvero qualcosa? La risposta è stata sì.

Alla fine  ho imparato, il corso mi ha dato tanto e lo sto consigliando.

La gente apprezza. A Pasqua i miei clienti hanno regalato gli arrosti al posto delle colombe e me li hanno fatti confezionare.

Normalmente alcuni giorni della settimana, in un paesino di 1200 persone sono più lenti, ma i pronto cuoci vanno sempre. Hanno avuto un riscontro positivo al massimo.

Da subito il Chiaromontese è stato pronto ad assaggiare e poi anche i forestieri hanno iniziato ad apprezzare, alcuni addirittura mi mandano i messaggi su whatsapp per prenotarli!!!

La semplice cotoletta la vendo tantissimo perché piace proprio tanto, fatta col procedimento di marinatura che ho imparato. Un altro esempio di piatto richiestissimo sono le pizze di carne e  i filetti bardati col sale aromatizzato.

Ultimamente ho creato con le basi di Accademia, gli arancini di carne che ho personalizzato con la crema al  pistacchio. Adesso che è autunno ho fatto le zucche ripiene… e le sto già vendendo alla grande! Poi le  alette panate e tanti altri prodotti che personalizzo, ma non mi scosto mai dalle basi.

Abbiamo 2 punti vendita: uno è il supermercato DOCK Fratelli de Salvo e l’altro proprio nel centro storico in  Piazza Garibaldi la storica macelleria de Salvo dal 1958. Produciamo  salumi tipici senza alcun conservante ed essiccazione al naturale, salsiccia, soppressata, prosciuttini, filetti, guanciale, lardo, crema tipo ‘nduja.

Dobbiamo mantenere alta la qualità dei prodotti che vendiamo, la carne di bovino, maiale, agnelli e capretti che vendiamo è allevata nel parco del Pollino e per i preparati…beh il diploma attaccato qua dietro parla da solo.”

WhatsApp chat