MACELLERIA: SE FAI QUESTI 2 ERRORI SEI TAGLIATO FUORI – Articolo 2 di 2

errori in macelleria

MACELLERIA: SE FAI QUESTI 2 ERRORI SEI TAGLIATO FUORI – Articolo 2 di 2

Eccoci qua di nuovo con il secondo articolo sugli errori da non fare in macelleria. oggi affrontiamo l’errore numero 2: fare esperimenti sulla pelle dei clienti.

Se hai  letto l’articolo precedente che ho pubblicato avrai ben compreso che mi piace essere diretto e sincero. Forse ti è anche chiaro il concetto che, questi errori dai quali alcuni di noi si sentono immuni, in realtà stanno mietendo più vittime della mucca pazza.

Ovviamente, la premessa per poter continuare a leggere, è quella di mettere l’orgoglio in cella frigo e tirarlo fuori solo dopo attenta frollatura…

Sì perché, se sei stato scaltro ed hai letto e capito il messaggio dell’articolo precedente hai sicuramente intenzione di scoprire di più sull’errore numero 2 da non commettere assolutamente in macelleria. E allora lascia che ti racconti meglio.


ERRORE # 2 – fare esperimenti sulla pelle dei clienti

In effetti se con l’articolo precedente ti ho messo in guardia dai venditori di monili africani (alias venditori di premiscelati, creme e buste di additivi vari),in queste poche righe ti fornirò le informazioni che ti servono per non cadere nell’errore numero 2.

L’errore in questione, riguarda tutte quelle volte in cui hai seguito l’istinto e ti è andata buca…

Mi riferisco a quelle volte in cui ti sei trovato nel tuo laboratorio con le migliori intenzioni a provare una nuova ricetta di pronto cuoci per soddisfare la clientela moderna e poi che fai? la metti in vendita nel tuo banco come la novità.

No…non si fa!

Ma hai idea di quanto può costarti un esperimento del genere? Non si inventano ricette dall’oggi al domani e non si vendono ai clienti affezionati per farsi dire com’è.

Questo puoi farlo a casa tua, con la tua famiglia ma non con i tuoi clienti. Se tu sapessi quanti clienti si perdono per un esperimento andato male…credimi non ci proveresti nemmeno.


LA SOLUZIONE IN MACELLERIA

Nella tua macelleria devi assicurarti di offrire ai tuoi clienti ricette testate e dal successo comprovato!

Non si può e non si deve tentare. Si da il caso infatti, che tutte le ricette e le tecniche che mettiamo a disposizione nel corso per professionisti Prima Coltella ,siano completamente immuni a questo errore per il fatto che nascono come frutto di una ricerca condotta su tutto il territorio Italiano!

I test effettivamente condotti, riguardano sia la presentazione che la preparazione. Gli aspetti che si tengono in considerazione sono soprattutto il gusto, l’olfatto e la digeribilità.

Capisci che per giudicare se un piatto è equilibrato devi prendere in considerazione tutti questi aspetti e non puoi assolutamente considerare una ricetta riuscita solo perché ha un buon gusto?!

Per questo in Accademia abbiamo un corpo docente con un totale di oltre 250 anni di esperienza in macelleria. Ed in più, le nostre tecniche sono testate giornalmente da centinaia di professionisti che hanno fatto e fanno il corso.

Le nostre preparazioni vengono riprodotte e gustate in tutta Italia da migliaia di consumatori soddisfatti!

E non parlo di ricette preconfezionate, in Accademia trasmettiamo le esatte regole di base e non solo che stanno dietro ad una ricetta bilanciata e ben riuscita.  Tutto questo per permettere ad ogni macellaio di creare le proprie ma basandosi su dei principi ben precisi.

Sappi che se su 10 ricette ne sbagli anche solo una…beh lo sai che un cliente per farselo amico servono anni, ma a perderlo è questione di attimi, hai già capito… Scopri subito il programma del corso riservato ai professionisti e ottieni il Manuale di quasi 400 pagine che ti accompagnerà lungo il percorso.

Spero di vederti tra i ceppi dell’ Accademia.  

 

A presto,  

Enrico Conti

Se questo articolo ti è piaciuto…

CONDIVIDILO

cliccando sui bottoni social qua sotto!

 

WhatsApp chat