Se fai questi tre errori sei tagliato fuori!

Se fai questi tre errori sei tagliato fuori!

Da una recente indagine estesa dal Trentino alla Sicilia sono emersi gli errori più fondamentali che portano alla preoccupazione prima al declino poi e alla chiusura infine delle macellerie. La cosa curiosa è che questi fattori sono piuttosto uniformi in tutta Italia, e da soli costituiscono il motivo principale per cui (alcune)attività di macelleria sono in crisi.
Ascolta:se ti senti chiaramente infallibile, a prova di errore e “il migliore di tutto il mondo” non continuare a leggere, tanto sai già tutto no? Se invece sei capace di mettere l’orgoglio da parte per poter osservare senza quel fastidioso velo sugli occhi, beh continua a leggere e scoprirai che …”Ca nisciun è fess!!!” (tantomeno la clientela).
So che farebbe comodo ad alcuni qualora asserissimo, come associazione di primo piano nella formazione dei macellai in Italia, che la famigerata crisi sta mietendo vittime…e che l’unica responsabile è lei….avremmo un certo feedback positivo dalla categoria..Ma sembra che le cose non stiano così…E che noi non andiamo cercando ossessivamente accordo condiviso da emeriti colleghi…
In effetti, da questa indagine statistica è apparso evidente che gli errori non vengono mai da soli…Ma prima che… per pura distrazione….tali errori diventino abitudini, e prima che tali cattive abitudini ti sfuggano di mano… ti consiglio di leggere fino in fondo.
Oggi ti offriamo l’errore n° 1 che abbiamo riscontrato è quello più grossolano, quindi, se ti troverai immune da questo errore…aspetta di leggere i prossimi!!! Comunque:

Errore numero uno: avere il bancone troppo simile a quello della concorrenza. In effetti affidandosi alle ricette basate sui premiscelati fatti con prodotti provenienti da tutto il mondo, l’unico gioco che andrai a favorire è quello dei grandi numeri. Infatti non sperare di essere originale o unico perché non potrà mai essere così.
Un esempio? Anni fa girando per le valli trentine mi capitava molto spesso che nello stesso paesino col pittoresco campanile, i terrazzi stracolmi di gerani e le fontane di gelide acque aline, trovassi due o tre diverse macellerie…Sempre alla ricerca di nuovi stimoli (OVVERO “WURSTEL” E NON VI DILUNGATE IN BATTUTE OSCENE CHE TANTO SONO ETERO!!!) facevo regolarmente la spesa da ognuna di esse come se dovessi completare lo status di socio Conad onorario e tornavo a casa col portabagagli come dopo aver visitato zia Gina alla masseria Lupata. Il godimento provato nel discernere i sapori di affumicato,di cipolla, di erbette sprigionato dagli straordinari preparati falliformi(COME PRIMA NON FATE I DEPRAVATI!) era davvero insuperabile…
Poi cosa è successo?
E’ successo che mentre i campanili continuavano a suonare i venditori di additivi,come abili suonatori di montagna,(o se preferite, venditori di tappeti e monili nordafricani) sono arrivati nelle valli e hanno introdotto in quei paesini da sogno sempre più “buste”.
La promessa era quella di far risparmiare tempo al macellaio e aumentare il gruzzolo… ma a quale prezzo?Alla fine i würstel prodotti nella piccola (o grande) macelleria situata nel paesino in Valle si potevano confrontare con quelli comprati in centro a Bari Vecchia e il sapore sarebbe risultato lo stesso! Non sta forse andando perduta una tradizione secolare che contraddistingue la macelleria Italiana? Allo stesso modo,con un ritmo del tutto simile, in tutta l’Italia va diffondendosi la “Busta” o la “Crema” pronta con la quale guarnire, personalizzare, insomma in qualsiasi modo deturpare quella fetta del patrimonio gastronomico che l’Italica patria ci affidò in quanto MACELLAI.. Quante specialità andranno presto a finire nel dimenticatoio? Beh per ovviare a questo l’unica cosa da fare è aumentare la conoscenza, la cultura delle nostre tradizioni e conoscere accuratamente le “BASI” della macelleria italiana. Si da il caso che in Accademia ci occupiamo esclusivamente di questo…
Che ne dici di dare un’occhiata al prossimo post? O se vuoi fare due chiacchiere con noi, sulle prossime date disponibili, noi ci siamo (sì sì anche se stai al mare a Corigliano o a passeggio a Campitello).


info@accademiamacelleriaitaliana.com
www.accademiamacelleriaitaliana.it
3319379709

No Comments

Post a Reply